Cura per i Traumi e PTSD

Quale cura per il PTSD, o Disturbo Post traumatico da Stress? Una parola difficile per descrivere come può sentirsi una persona che ha vissuto un grave trauma. Quando vivi un’esperienza terribile, a qualunque età, l’equilibrio emotivo subisce un vero e proprio terremoto. Nulla è più come prima. C’è un “prima” e c’è un “dopo”. Se hai bisogno di una cura per il PTSD devi rivolgerti ad uno psicologo specializzato nella cura del Disturbo Post Traumatica da Stress.

Non tutti quelli che vivono un trauma sviluppano il PTSD, ma molti hanno sintomi strani ed inaspettati che non sempre vengono correttamente associati all’avvenimento.

  • Come capisco che ho il Disturbo Post Traumatico da stress?
  • Cosa si deve fare se pensi di avere il PTSD?
  • Da quale medico è meglio andare per la cura del PTSD?
  • Servono dei farmaci per il PTDS, o è meglio lo psicologo o lo psichiatra per la terapia del disturbo post traumatico da stress?
  • Guarirò o resterò per sempre cosi?
  • Come trovo uno psicologo specializzato nella cura del Disturbo post traumatico da stress ed i traumi?

Che cos’è il Disturbo Post Traumatico da Stress?

Il disturbo post traumatico da stress è uno stato fisico e psichico nel quale ti puoi trovare dopo aver vissuto un grave trauma. Per trauma si intende una situazione del tutto imprevista ed imprevedibile che irrompe nella vita di una persona in modo violento. Si può avere la sensazione di essere in grave pericolo, anche di morte, ed a volte è proprio così. Può trattarsi di un grave incidente, un’aggressione, un atto terroristico, un abuso sessuale o uno stupro, la morte improvvisa di una persona cara. In questo periodo, a seguito del coronavirus, molte persone hanno perso i loro cari in modo imprevedibile e traumatico. Anche questo può costituire un trauma, e serve una cura per il PTSD.

Cosa prova la persona che ha il PTSD?

Ovviamente non tutti siamo uguali e quindi ognuno di noi può reagire in modo diverso ad un trauma.

Con il PTSD le persone possono sentirsi:

  • sempre in ansia, sempre in allerta, come se pericolo si stesse ripresentando continuamente
  • a volte ci possono essere allucinazioni visive, uditive o olfattive (si sentono cioè odori o suoni che non ci sono, e si vedono cose che non ci sono)
  • si può fare fatica a dormire, e di notte ci possono essere molti incubi
  • il cuore può battere in modo accelerato, sempre, anche se non ce n’è ragione
  • alcol e droga droga possono essere una conseguenza del PTDS, così come atti di autolesionismo ed aggressività verso se stessi o gli altri
  • paure immotivate
  • ritiro sociale, isolamento

Cura PTSD. Meglio i farmaci o lo psicologo?

I farmaci per il PTSD sembrano sempre la soluzione migliore e più veloce a tutti i problemi. Purtroppo non è sempre così.

In particolare nella cura del disturbo post traumatico da stress non è sicuramente così. I farmaci possono aiutare, ed è giusto utilizzarli quando servono. Ma sa soli non bastano. Serve anche rivolgersi ad uno psicologo specializzato nella cura del PTSD e dei traumi.

Psicologa online Cristina Roccia

Dottoressa Cristina Roccia

Psicologo specializzato nella cura del PTSD, dei traumi, dei disturbi post traumatici.

Trent’anni di esperienza oggi anche online, in videochiamata, per poter esser vicini anche se lontani.

Per non fare una terapia qualsiasi, ma avere una cura per il PTSD altamente qualificata

Alcool e droghe come conseguenze dei traumi

Molte persone affette da Disturbo Post Traumatico da Stress usano alcool e droghe al posto dei farmaci, per tenere a bada il dolore troppo intenso, o il terrore di allucinazioni spaventose o incubi notturni. Molte persone bevono quando sentono di avere allucinazioni o flashback post-traumatici. Cercano così di far andare via quelle terribili sensazioni che accompagnano flash back. Alcuni usano fumare spinelli prima di andare a dormire, per cercare di rilassarsi ed avere meno incubi. Ovviamente è meglio utilizzare i farmaci piuttosto che fare uso di sostanze, anche perchè dietro l’utilizzo dei farmaci è presente una richiesta di aiuto che non viene invece fatta da chi si droga o beve per non pensare. La cura del PTSD passa anche dai farmaci, ma non può fermarsi lì.

E’ sicuramente meglio prendere dei farmaci per il PTSD e per tenere a bada il troppo dolore in modo più strategico ed efficace. Tuttavia i soli farmaci non bastano per la cura del PTSD, e se non fai una vera e propria psicoterapia non riuscirai a liberarti di queste sensazioni terribili ed a guarire. La cura del PTDS deve essere di tipo psicologico, è necessario trovare uno psicologo specializzato nella cura del PTSD.

Quale medico o psicologo scegliere per la cura del PTSD?

La cosa più importante è scegliere uno psicologo specializzato nei disturbi post traumatici. Fondamentale è innanzitutto fare una corretta diagnosi. Questo è il primo ed importante problema legato alla terapia. Se lo psicologo dal quale vai non è molto esperto traumi e PTSD può non riconoscere i sintomi di questa patologia. Lo psicologo poco esperto può scambiarli per problematiche differenti. Questo succede molto frequentemente, e crea grandi problemi perché se la diagnosi è sbagliata anche la terapia sarà sbagliata.

Per fare un esempio possiamo riflettere sul fatto che le persone che hanno il PTSD hanno allucinazioni, e queste ultime spesso vengono scambiate per schizofrenia. Le allucinazioni sono infatti sintomi comuni ad entrambe le patologie, e solo una diagnosi differenziale ben fatta può dare indicazioni precise allo psicologo. E’ facile immaginare quanto sarebbe inutile trattare una persona che ha il disturbo post traumatico da stress a seguito di un trauma come se fosse schizofrenico. Non solo il PTSD non andrebbe via, ma anzi, potrebbero peggiorare .

Uno psicologo o uno psicoterapeuta quanto costa? Dipende da vari fattori, in media da 50 a 100 € ad incontro.

Quale terapia per il PTSD?

Come abbiamo detto prima, prima della scelta del tipo di psicoterapia occorre scegliere lo psicoterapeuta giusto.

Lo psicoterapeuta, non lo psicologo perché non è abilitato a curare una problematica così importante, deve essere uno specialista di traumi. Cerca quindi uno psicologo specializzato nel PTSD.

Per il PTSD la terapia più indicata sembra essere l’EMDR. Si tratta di un tipo di psicoterapia che utilizza gli occhi per arrivare ai ricordi traumatici in una parte del cervello difficilmente accessibile dalle parole. L”EMDR è proprio una terapia specifica per i traumi.

I farmaci per il PTSD sono utili, ma non risolvono la situazione.

Esistono tuttavia altri tipi di terapia per il disturbo post traumatico da stress molto efficaci. Il fattore che fa la differenza è la preparazione dello psicoterapeuta. Ricorda di cercare uno psicologo specializzato nella cura del Disturbo Post Traumatico da Stress.

La psicoterapia può anche essere abbinata alla somministrazione di farmaci per il PTSD, o al Metodo Tomatis, una metodologia che utilizza la musica per arrivare al cervello e rimettere in equilibrio ciò che non lo è.

Psicologo specializzato nella cura del PTSD dopo Covid 19

Una ricerca svolta su 4120 partecipanti ha dimostrato “che è presente una relazione positiva significativa tra l’evento traumatico del Covid-19 e il PTSD, infatti nella fase più critica della pandemia più di un terzo dei partecipanti ha riportato sintomi del disturbo da stress post traumatico. Inoltre, i dati riportano che il genere femminile, così come bassi livelli di istruzione e alti livelli di nevroticismo sono dei fattori di rischio per l’emergere del disturbo, in linea con i precedenti studi”  (Covid e Disturbo da Stress post traumatico, State of mind).

Il Covid 19 espone le persone a diversi fattori che potrebbero scatenare il PTSD.

PTSD in chi si è ammalato Di Covid 19 ed è stato in terapia intensiva

Chi è stato ricoverato per Covid in ospedale ha sperimentato diverse situazioni che lo hanno potenzialmente esposto ad avere il PTSD:

paura di morte, ansia forte per l’incertezza per il futuro. Se il virus porta ad un ricovero in ospedale con intubazione e respirazione artificiale la mancanza di ossigeno al cervello come conseguenza dell’infezione da Covid ai polmoni produce allucinazioni. In questi casi i sopravvissuti al Covid  si comportano come i reduci del Vietman, sviluppano un Disturbo Post Traumatico da Stress a seguito delle allucinazioni avute in terapia intensiva in cui spesso vedevano i medici come portatori di morte. Ormai sono davvero tante le testimonianze di chi racconta di essere tormentato da incubi, allucinazioni, ansia e pensieri intrusivi anche una volta guarito e ritornato a casa.

Personale sanitario e PTSD a seguito del COVID 19

Molti medici ed infermieri sono stati esposti a situazioni traumatiche nella pandemia da Coronavirus del 2020. Vedere tutti i giorni la morte in faccia, accompagnare i pazienti a ad una morte terribile in solitudine senza la possibilità di salutare i propri cari. Interagire con i parenti dei ricoverati, ai quali spesso si è dovuto fare da tramite per dare l’ultimo saluto al proprio caro intubato ed impossibilitato ad usare il telefono. Turni massacranti, con la costante paura di ammalarsi ed di portare il virus ( e la morte) a casa ai propri famigliari. Sono questi sono alcuni dei fattori che spesso hanno prodotto un Disturbo Post Traumatico da Stress nei soccorritori e nei medici.

A tutti loro servirà una cura per il PTSD fatta da uno psicologo specializzato nella cura del Dusturbo Post Traumatico da stress.

PTSD nei parenti dei morti per Covid 19

Non va sottovalutato il potere potenzialmente traumatico di morti così strane ed innaturali come quelle provocate dal Covid 19. La persona che ami scompare in una corsia di ospedale e da allora non un saluto, una parola, un contatto telefonico. Il niente, l’impossibilità di salutarsi e di elaborare il lutto spesso produce un Disturbo Post Traumatico da Stress.

psicologo specializzato in cura PTSD

Bambini e cura del PTSD

In questa lunghissima epidemia di Covid i bambini e gli adolescenti sono vittime silenziose ed invisibili il cui disagio dovrebbe invece essere preso in seria considerazione. Per un bambino un anno di isolamento rappresenta un tempo infinito, così come per un adolescente. I bambini si adattano a tutto, ma pagano conseguenze altissime in termini di sofferenza emotiva. L’impossibilità di interagire con i coetanei, l’isolamento forzato ma anche la paura degli altri indotta dalla paura del contagio possono creare danni difficilmente immaginabili sulla popolazione infantile ed adolescenziale.

Prenota la tua videochiamata con lo psicologo online

oppure

scrivimi su WhatsApp