Articoli

martedì 28 febbraio – giornata delle malattie rare

martedì 28 febbraio – giornata delle malattie rare

A Torino, come in tante altre città italiane, verranno realizzate delle iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti delle malattie rare. Synergia Centro Trauma è vicina alle persone che soffrono, in particolare, della malformazione di Harnold Chiari e di Siringomielia, due sindromi che creano dei problemi al sistema nervoso. Sia adulti che bambini possono avere questo tipo di patologie, con le quale è possibile convivere per tutta la vita purchè adeguatamente informati e supportati.

L’AISMAC, associazione senza fini di lucro che ha sede a Vinovo (Torino)  pur operando in tutta Italia, aiuta tutti coloro che hanno bisogno di ricevere supporto, informazioni o anche solo ascolto.

Per aiutare AISMAC vai il 28 febbraio a Torino


ore 18 – Auditorium Vivaldi
(Palazzo della
Biblioteca
Nazionale,
Piazza Carlo
Alberto 3)
CONCERTO SPETTACOLO A CURA
DELLA LEOPOLD
MOZART
SINFONIETTA
Musiche di Finzi, Haydn e
Mozart
oppure vai, sempre a Torino
ore 20,30 – Teatro Alfieri
(Piazza
Solferino 4)
SPETTACOLO MUSICALE QUEEN GREATEST HITS LIVE




AISMAC: assemblea annuale.

Vi segnaliamo l’assemblea annuale dell’AISMAC, Associazione Italiana SiringoMielia e Arnold Chiari, che si terrà

sabato 24 MAGGIO 2014  
ore 15

presso il complesso “Le Cascine” adiacente al parco di Stupinigi, alle porte di Torino, per chi non è della zona. Si segnala anche la possibilità di pernottamento.
Ordine del giorno: rinnovo del consiglio direttivo.
INGRESSO GRATUITO.
Al termine dell’assemblea, sarà possibile partecipare ad un apericena conviviale.
SYNERGIA CENTRO TRAUMA SARA’ PRESENTE ALL’INCONTRO!
VI ASPETTIAMO.

MALATTIE RARE E DISABILITA’: con gli occhi dei bambini.

Una favola sulle malattie rare realizzata dai bambini per i bambini.

In occasione della VII Giornata mondiale delle malattie rare, il 26 febbraio 2014 è stato presentato, all’Istituto Superiore di Sanità, il progetto “Con gli occhi tuoi”, videofavola per raccontare le malattie rare, creata dalla fantasia di bambini della II e III elementare.
“Con gli occhi tuoi” è una favola per grandi e piccoli che affronta il tema dell’inclusione e dell’integrazione attraverso la vicenda di un bambino fragile divenuto eroe grazie alla musica e ai suoi amici. Per vincere l’isolamento e la paura partendo dalla scuola, laddove si forma l’umanità delle cittadine e dei cittadini di domani.

La storia racconta di un bambino fragile, Robertino, e di una banda di “odiatori” cattivi che escludono Robertino e lo isolano perché ha una malattia che lo rende diverso e più fragile. I bambini, con la vicenda di Robertino imparano a riflettere sulle malattie rare, ma soprattutto sulla condizione di fragilità e regalano a tutti, adulti compresi, una grande lezione sulla capacità di trovare ragioni per unire invece che per dividere.
La favola è interamente realizzata dai bambini per i bambini. Gli allievi delle classi Ermenegildo Pistelli e Giacomo Leopardi di Roma hanno inventato la trama e realizzato i disegni (poi rielaborati dall’artista Vera Puoti); le musiche del video sono state eseguite dagli allievi della Scuola di musica Sylvestro Ganassi.  
Il progetto, promosso dal Ministero della Salute e realizzato dall’ISS in collaborazione con l’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e con il patrocinio del Centro per la Pastorale della Salute del Vicariato di Roma, può essere esteso a tutte le classi.
La favola e i materiali, compresa una Guida all’Uso per i docenti è scaricabile dal portale dedicato del Ministero della Salute, da cui è tratto questo articolo:
Qui di seguito vi presentiamo il trailer, tratto dallo suddetto sito.
SYNERGIA CENTRO TRAUMA appoggia questa iniziativa e ne condivide lo spirito.
Synergia Centro Trauma offre supporto e accompagnamento psicologico a chi soffre di queste malattie e a chi li affianca, vivendole in modo indiretto.
Chiama al 3356765376 o al 3315049340. 
Ti risponderà sempre una psicologa, con cui potrai parlare, fissare un appuntamento o richiedere informazioni. 
Dott. Giovanna Olivero