Articoli

Superare paura, curare le fobie

La paura spesso ci rovina la vita. Che siamo bambini o adulti non importa, quando abbiamo paura niente è facile, e spesso questa emozione ci rovina anche molti momenti belli della nostra vita. Quando la paura diventa terrore si dice che abbiamo una fobia. Cosa si deve fare per superare la paura ? Farmaci o psicoterapia per curare le fobie? Serve lo psicologo, il farmacista o ce la possiamo fare da soli a superare la paura?

La paura a volte può essere utile

Non sempre la paura è un’emozione negativa. L’istinto di avere paura è innato negli esseri viventi, sia animali che umani. Questa emozione è indispensabile per la sopravvivenza, e senza di essa saremmo sempre in grave pericolo. Solo i bambini molto piccoli non la provano; probabilmente la natura non ha dato loro questa emozione perché ci sono i genitori che si occupano di proteggere il neonato, che quindi può “permettersi il lusso” di non avere paura.

Psicologa online Cristina Roccia
Cristina Roccia, psicologa online, psicoterapeuta, Moncalieri Torino

Quando superare la paura diventa un problema?

La paura può diventare un problema quando è irrazionale, quando ci blocca nel fare determinate cose che noi invece vorremmo fare e che sappiamo non essere pericolose. In questo periodo in cui c’è stato il coronavirus per esempio, la paura e sicuramente stata un’emozione molto utile perché ci ha permesso di rispettare le regole e restare a casa. In alcune persone però la paura del corona virus è diventata terrore al punto da rendere impossibile una vita normale. Se anche oggi, in estate, ti misuri la febbre tre volte al giorno, ti lavi le mani continuamente e non esci più di casa per paura del Coronavirus, allora questo è diventato un vero e proprio problema. Devi superare la paura.

La paura può diventare fobia

Che cos’è una fobia? La fobia è una paura anzi, un vero e proprio terrore, nei confronti di qualcosa che non dovrebbe invece spaventarci così tanto. Quando si ha una fobia la persona cerca in tutti i modi di evitare la cosa che la spaventa, ma purtroppo certe volte le fobie possono rovinare o limitare la nostra vita. Facciamo un esempio. Se una persona ha la fobia dei ragni  ed abita in un grattacielo a New York probabilmente questa paura non inciderà granché sulla sua vita. Ma sei la stessa persona si innamora di un uomo che vive in campagna, allora la fobia dei ragni diventa un vero e proprio problema perché la campagna è piena di ragni. Purtroppo certe volte, a causa delle nostre paure, dobbiamo rinunciare a delle cose importanti.

Perché abbiamo una fobia?

Una paura del tutto razionale che si trasforma in terrore nei confronti di qualcosa di specifico, come ad esempio i ragni, ha sempre delle origini molto complesse da individuare. Già alla fine del 1800 Freud scriveva uno dei suoi più importanti saggi di psicologia sulla fobia di un bambino che aveva paura dei cavalli e che non usciva più di casa, perché all’epoca i cavalli trainavano le carrozze ed erano ovunque. Freud spiegò che il cavallo non centrava niente ed erano semplicemente lo spostamento di qualcosa di più complesso e profondo, in quel caso di un problema di tipo sessuale ed edipico. Gestire la paura è importante, ed anche superare la paura.

Cosa fare per superare la paura?

Quando la nostra paura è irrazionale e blocca le nostre azioni occorre fare qualcosa. Non sempre è sufficiente metterci tanta forza di volontà per superare la paura. Se così fosse non esisterebbero le fobie. Chi ne soffre non riesce proprio a fare diversamente, ed è così tanto terrorizzato che non può fare a meno di  fare quello che fa.

Naturalmente sforzarsi di superare le proprie paure è indispensabile, anche chiedendo aiuto a chi ci vuole. Se questo non basta abbiamo bisogno di chiedere aiuto a un dottore. Ma che tipo di dottore ?

Medicine o psicologo per curare le fobie?

Le medicine nella maggior parte dei casi si rivelano inutili. Si possono richiedere al proprio medico dei tranquillanti, come per esempio nel caso in cui abbiamo paura di volare ma dobbiamo per forza salire su un aereo. In questo caso le medicine possono essere d’aiuto, ma il problema si ripresenterà nuovamente al prossimo viaggio.

Per superare davvero la paura e superare le fobie possiamo aver bisogno dell’aiuto di uno psicologo.

Curare-le-fobie
Per superare le paure e le fobie bisogna avere il coraggio di chiedere aiuto

Cosa fa lo psicologo per aiutarci a superare la paura e le fobie?

Lo psicologo non prescrive medicine. Lo psicologo aiuta la persona che soffre di fobie ad arrivare alla vera origine della propria paura. Durante una psicoterapia capita spesso che la paura diminuisca, o la fobia sparisca, senza neanche averne parlato granché. Perché?

Diamo risposta a questa domanda con un esempio. Una donna va in pensione proprio in coincidenza del lock down causata dal coronavirus. Al termine dell lock down la paura del Coronavirus è così forte che la donna non esce più di casa e si misura la febbre più volte al giorno. All’interno degli incontri di psicologia emerge come la vera paura non fosse il coronavirus ma la nuova vita che avrebbe dovuto affrontare. La donna è infatti sola, le figlie lontane, senza più l’occupazione del lavoro che le dava una routine quotidiana.  Tutta una vita dunque da reinventarsi, e giustamente questa situazione fa davvero molta paura perché appare più che logico essere spaventati in una situazione di questo genere. La paura del coronavirus era quindi uno spostamento da un problema ad un altro. Per risolvere la paura abbiamo dovuto parlare di altro, e cioè il suo futuro.

Come trovare lo psicologo giusto per la terapia delle fobie?

Lo psicologo, o lo psicoterapeuta nel caso in cui abbiamo bisogno di una vera e propria terapia, può essere individuato chiedendo a qualcuno di cui ci si fida, oppure cercando su internet. Possiamo cercare uno psicologo che lavora vicino alla nostra residenza, oppure uno psicologo che lavora online.

La psicoterapia online funziona molto bene se è svolta da un professionista serio e preparato. Cerca quindi un bravo psicologo, anche richiedendo una consulenza on line. Esistono diversi modi di curare le fobie, ma il fattore determinante è che lo psicologo sia bravo ed esperto. Quanto costa uno psicologo? Dipende da vari fattori, con una tariffa che può variare da 50 a 100 € ad incontro

Cristina Roccia

psicologa, psicoterapeuta. Lavoro a Moncalieri (Torino) e anche online

Ansia: ecco come affrontarla!

Ansia: ecco come affrontarla!
Un numero sempre maggiore di persone soffre d’ansia: tremori, giramenti di testa, paura di morire, tachicardia, sudorazione, nodo allo stomaco. 
L’ansia è una compagna di vita sempre più diffusa, ma liberarsene non è difficile come sembra. L’importante è sapere come agire.
 


”Non esiste un solo tipo di ansia, ma due” spiega Alice Natoli, psicologa clinica esperta in neuropsicologia e psicoterapia cognitiva “La prima è quella funzionale, che si attiva per segnalare possibili pericoli” e che la natura ci ha fornito per la nostra sopravvivenza, “L’altra è quella immotivata, scatenata da pericoli non reali ma solo supposti” e si manifesta con sintomi più violenti dell’ansia funzionale. L’aggravarsi di questa ansia immotivata può sfociare nei ben noti attacchi di panico, oppure può manifestarsi ripetutamente e con intensità costante; si parla allora di disturbo d’ansia generalizzato”.
 
Cosa succede durante un attacco d’ansia?


L’attacco d’ansia si scatena solitamente in conseguenza ad un’eccessiva preoccupazione: la paura di non riuscire a concludere un compito nei tempi stabiliti o di non superare un test importante sono tipici esempi di cause scatenanti di ansia.
” Quando si è in preda all’attacco d’ansia non si riesce a capire che non c’è un pericolo reale e la sensazione negativa è così forte che non si riesce più a ragionare lucidamente” continua Natoli ” È qui si innesca un meccanismo mentale in cui il problema sembra sempre più grave”, finché non ci si calma da soli.



Come affrontare l’ansia?


”Per riportare l’ansia entro i limiti accettabili bisogna riuscire ad allontanarsi mentalmente dalla sua causa. Solo con il totale distacco si può trovare una soluzione lucida al problema” consiglia Natoli.
 
Fermare quindi il bisogno di analizzare il problema nei suoi dettagli peggiori; svuotare la mente e respirare profondamente per portare l’attenzione sul corpo, luogo opposto del pensiero. Solo quando ci si sente completamente calmi si può ritornare ad affrontare il problema, ora in modo lucido.



Come aiutare chi è in preda a un attacco d’ansia?


”Quando una persona a noi vicina ci chiede aiuto in un momento di crisi d’ansia cercando i nostri consigli, è fondamentale non dare alcun consiglio” suggerisce la Dott. Natoli “Questo perché i nostri consigli lucidi, accolti da una persona non lucida sortirebbero l’effetto di aumentare l’ansia”.



Meglio seguire queste tre regole:


1) Cercare di portare la persona in un altro luogo, facendola camminare per recuperare il contatto con la realtà corporea. Se possibile convincerla fare insieme dell’attività fisica, come una corsa o una nuotata.


2) Spiegare che non ci è possibile fornire consigli durante la crisi d’ansia, ma che si aiuterà la persona a risolvere il problema appena ristabilita la normalità


3) Non cercare di minimizzare l’ansia. Affrontare i problemi altrui sminuendoli non creerà alcun effetto di rilassamento.” (www.donnamoderna.it

Synergia Centro Trauma è un centro specializzato, in cui psicologi e psicoterapeuti sono a disposizione per aiutarti ad affrontare l’ansia, gli attacchi di panico, le fobie, non solo negli adulti, ma anche nei bambini e negli adolescenti. Inizia prendendo un primo appuntamento, in cui spiegherai il tuo problema. Insieme si capirà che tipo di intervento sviluppare per aiutarti a stare bene.
Synergia Centro Trauma riceve nelle sedi di Torino, Moncalieri (provincia di Torino), Chieri (Provincia di Torino) e BRA (provincia di Cuneo).