BAMBINI E MUSICA. UNO STUDIO AFFASCINANTE…

Uno studio affascinante quello svolto dalla Northwestern University. La ricerca ha dimostrato i benefici della musica sulla capacità neurale dei bambini.
Mi spiego meglio. E’ stato rilevato che un maggiore coinvolgimento del bambino all’ascolto e alla pratica musicale apporta un significativo aumento delle sue capacità di elaborare il discorso e di leggere. Un’adeguata formazione musicale permette cioè al bambino di imparare in modo più accurato ad ascoltare i suoni, concentrandosi su di essi e rimuovendo le interferenze.  Analogamente il cervello imparerà ad elaborare in modo più efficace i suoni verbali, partendo dalle singole unità sonore, che sono alla base della lettura. Non di meno esso viene allenato a cogliere suoni, elementi, parole e concetti nuovi. Insomma, le modifiche cerebrali avvengono proprio in quelle aree che risultano sottostimolate nei bambini che vivono in condizioni di deprivazione.
Infine, suonare uno strumento ha un profondo effetto sul nostro sistema nervoso!
Dr. Giovanna Olivero
Psicologa Psicoterapeuta età evolutiva