Ritrovare il benessere nella terza età

Il Metodo Tomatis® utilizza il suono per far vibrare la membrana del timpano. Attraverso un fenomeno di risonanza, le ossa adiacenti al timpano vibrano a loro volta e trasferiscono l’informazione alla parte interna dell’orecchio grazie alla conduzione ossea. Alternando le frequenze e continuando a sorprendere il cervello, il Metodo Tomatis® si traduce in una ginnastica dell’orecchio. Utilizzando questi esercizi di contrazione e distensione della muscolatura all’interno dell’orecchio, il Metodo Tomatis® riesce a tonificare e rilassare l’intero sistema uditivo cercando di massimizzare l’efficienza e ridurre al minimo inutili dispendi di energia. Questo tipo di attività risulta particolarmente utile agli anziani, i quali procedendo con gli anni tendono a perdere sempre più la loro tonicità uditiva e questo costa loro molto in termini energetici ed emotivi.

Attraverso delle sedute di ascolto è possibile andare a correggere queste difficoltà portando significativi miglioramenti nella qualità della vita.

La mancanza di energia è di solito uno dei principali problemi di cui si lamentano le persone dopo una certa età. Con il passare degli anni tutto sembra più faticoso, e già a cinquant’anni a molte persone sembra che ogni attività della vita quotidiana richieda più fatica e più impegno per essere svolta. Ovviamente non possiamo ringiovanire, ma possiamo tuttavia valorizzare al massimo le potenzialità che ancora rimangono, a qualunque età !

Gli anziani spesso perdono una parte della loro energia a “cercare di sentire bene” cosa accade intorno a loro. Il Metodo Tomatis non consente di riacquistare la parte di udito persa per via del passare del tempo, ma permette di valorizzare al meglio le capacità uditive rimaste, rendendo la persona più capace di decodificare in modo corretto i suoni. Questo percorso di miglioramento della capacità di sentire di solito ha un immediato ritorno in termini energetici, in quanto elimina o diminuisce nel soggetto la fatica di doversi sentire costantemente in difetto o in difficoltà.

Come meglio descritto in altre sezioni di questo sito, la capacità di sentire meglio consente al soggetto, non solo nella terza età ma a tutte le età , di disperdere meno energie e di incanalare in attività utili le energia a nostra disposizione.

A volte le persone possono essere affaticate o infastidite da determinati suoni che percepiscono in maniera scorretta; una persona che per esempio percepisce in maniera eccessiva i suoni gravi, percepirebbe un rumore fastidioso di sottofondo che stanca ed innervosisce.  Raramente però ci poniamo l’interrogativo su “come” percepiamo i suoni, e possiamo passare anche  tutta la vita considerando normale una situazione di ascolto patologica, proprio come un miope si accorge di non vedere bene solo quando mette per la prima volta gli occhiali; prima di allora per quel bambino  vedere sfuocato il mondo era del tutto normale perché non sapeva che i suoi occhi potessero funzionare in modo differente.

Per le persone anziane che tendono naturalmente ad affaticarsi di più, il Metodo Tomatis può davvero essere un valido contributo per rendere la vita più bella e meno faticosa!