HomeChi siamoDove siamoPrendere Appuntamento
Aree Tematiche
FAQ - Domande e Risposte
Problemi di comportamento
Tuo figlio ti fa impazzire?
La scuola continuamente gli scrive delle note sul diario ?
Ti senti arrabbiato, disperato, ostaggio dei tuoi figli?

Capisci che tuo figlio soffre ma non sai cosa fare?



Se sei un genitore che ha un figlio che si comporta male e non sai più cosa fare non chiuderti nel silenzio e nella disperazione. Chiedi aiuto

Bambini e adolescenti con problemi di comportamento..... 
semplicemente bambini difficili ?


varie-2007-020.jpgNon vanno ancora a scuola e sono sempre più rabbiosi e aggressivi tanto che spesso vengono definiti come "bambini difficili" o peggio "bambini cattivi". Le ricerche dicono che un bambino su dieci in età prescolare, ovvero fino ai cinque anni, presenta disturbi del comportamento di vario grado. Se è vero che gli esperti rassicurano che spesso non si tratta di una patologia vera e propria, è un segnale da non sottovalutare e che va letto come la crescente difficoltà dei genitori di educare i propri figli in una società sempre più complessa e con punti di riferimento troppo mutevoli. Bambini con una carica di aggressività che li rende estremamente difficili da educare.

E bisogna considerare gli effetti a lungo termine di queste difficoltà nella prima infanzia; sono proprio i bambini oggi "difficili" quelli che con maggiore probabilità domani svilupperanno condotte a rischio. E' stato dimostrato che persino la tossicodipendenza è correlata a problemi nell'infanzia.  E se non esistessero bambini cattivi, ma solo "bambini infelici"?

A volte sono gli adolescenti ad essere definiti "difficili"... ribelli, maleducati, fumano, non accettano regole.

Quasi sempre sgridare e punire non basta. Quando gli insegnanti o i genitori si sentono disperati e non sanno più che cosa fare è meglio chiedere aiuto piuttosto che arrendersi ("è così, non c'è niente da fare...."), oppure aumentare il livello di aggressività e rabbia e contro-reagire (più note, sospensioni, bocciature, castighi, botte...). I genitori devono essere aiutati ad occuparsi dei problemi del figlio innanzi tutto capendone il significato. 


Lo psicologo può aiutare il genitore a:

capire il significato del problema di comportamento del figlio
capire il proprio ruolo e la propria responsabilità nel causare e/o nel mantenere il problema
capire le responsabilità di scuolla e/o amici nel problema
non sentirsi impotenti
trovare strategie adeguate per affrontare il problema
verifica della strategia utilizzata 


Lo psicologo può aiutare l'adolescente a:

comprendere il significato profondo del proprio comportamento
elaborare strategie diverse per affrontare le problematiche interne, psicologiche, inconscie che portano a quel comportamento
contattare la propria eventuale sofferenza emotiva
parlare con i genitori




 




bambini cattivi, bambini iperattivi, psicologo iperattivita', psicologo bambini, psicologia infantile Moncalieri, bambini agitati, adolescenti ribelli, psicologo adolescenti, adolescenti, problemi scuola, problemi scolastici, bambini cattivi, bambini ribelli, adolescenti problemi, bambini arrabbiati,