HomeChi siamoDove siamoPrendere Appuntamento
Aree Tematiche
FAQ - Domande e Risposte
News


TRASFORMA LE TUE ORECCHIE IN UNA PALESTRA PER IL CERVELLO  tomatis1

La musica come ricarica del cervello secondo il metodo di Alfred Tomatis

 

Esercitarsi con la musica per stare bene, concentrarsi di più, essere meno stanchi ed andare meglio a scuola

Se hai più energia combatti meglio ansia, depressione e svogliatezza. Migliori le tue performance nello sport, nello studio e nel lavoro.

Ci sono dei suoni che allenano il tuo cervello



L'orecchio come organo di ricarica del sistema nervoso

Problemi a scuola o sul lavoro per mancanza di concentrazione, eccessiva stanchezza, problemi di apprendimento, troppa ansia ? E se non fossero "solo" problemi psicologici ? E se non fossimo solo " svogliati " ? Siamo abituati a considerare ciò che non comprendiamo o non conosciamo a fondo come "psico... qualcosa", termine spesso usato in modo svalutante per dire con parole scientifiche che ... "potremmo fare meglio se ci impegnassimo un po' di più". O ... "se fossi meno pigro allora sì che potresti fare meglio "!

Ma tante volte i problemi psicologici ci sono perche il nostro cervello non funziona bene, non da le prestazioni che noi vorremmo; possono esserci problemi di tipo neurologici non del tutto chiari, ansia, depressione, difficoltà percettive non diagnosticate (per esempio problemi agli occhi o alle orecchie che quasi mai vengono associate alle difficoltà della nostra vita quotidiana), gravi traumi vissuti in passato, o anche solo l'avere un'età avanzata. Sono molte le cose che possono non permettere al cervello di dare il meglio di se. Dobbiamo aiutare il cervello a fornire prestazioni migliori, e per farlo possiamo usare dei suoni che allenano il cervello, proprio come alleneremmo le nostre gambe prima di una corsa importante.

Il cervello può modificarsi ! Ma come facciamo ad allenarlo? Possiamo arrivare al cervello attraverso l'udito, un canale privilegiato di accesso e di comunicazione con il mondo.


Eventi traumatici: i suoni che aiutano a ritrovare la serenità

Testimonianza di C.P. 30 anni, vittima di abuso sessuale

 " Da quando ho iniziato la mia "musica Tomatis " ho molta più energia vitale, mi sento più attiva e propositiva. Prima vivevo le giornate con estrema pigrizia e passività, spesso dormendo molte più ore della quantità "normale" anche durante il giorno. Dormivo per non pensare. Oggi mi sento di dire che questa sorta di "assopimento" è completamente sparito lasciando posto a ore di veglia produttive per i mie progetti presenti e futuri. "

 

Ogni evento traumatico o ogni difficoltà psicologica tende a chiudere la nostra percezione sensoriale della realtà. Il problema che viviamo assorbe tutte le nostre energie perché, come una calamita, occupa tutta la nostra attenzione e restiamo invischiati in un circolo vizioso: più ci isoliamo dalla realtà più essa diventa incomprensibile perché perdiamo l’interesse a captarne i mutamenti e le sfumature, più il nostro isolamento si acuisce. Tutto ciò diventa inevitabilmente anche una chiusura sensoriale, ed a volte si può decodificare la realtà in modo sbagliato, perchè tutto cambia dopo un avvenimento spaventoso.

Fortunatamente è possibile insegnare al cervello a codificare meglio le informazioni che arrivano dai sensi, mettendolo nelle condizioni di far cadere quel velo che ci impedisce di uscire dalla nostra difficoltà. La Musica Tomatis può essere fatta sentire alle persone vittime di traumi prima di iniziare una psicoterapia, o durante il percoso di sostegno psicologico, per potenziale le loro capacità di ascolto.

 

 

 

tomatis2Problemi a scuola, difficoltà di apprendimento: i suoni che danno energia e aiutano a concentrarsi


Testimonianza di C.S. (mamma di un bambino di 11 anni che è sempre andato male a scuola)

 " Mio figlio fino in quinta elementare sembrava sempre “da un'altra parte” mentre l'insegnate spiegava o quando faceva i compiti, sempre stanco, svogliato, disinteressato a tutto ciò che gli veniva proposto se riguardava in qualche modo la scuola. Mi dicevano che non si impegnava abbastanza. L'ho portato dalla neuropsichiatra infantile, dalla psicologa, dalla logopedista, al dopo scuola, ma nulla sembrava svegliarlo da questo suo torpore. Poi ho incontrato la musica Tomatis, e mio figlio è cambiato: attento, concentrato, più vitale, molto meno stanco. Lui stesso mi ha chiesto : “mamma , ma cosa mi è capitato ? Quella musica è magica. Dobbiamo farlo sapere a tutti ! ”.Le difficoltà esistono ancora, ma lui le affonta diversamente."

 

E' risaputo che la difficoltà di discriminazione acustica è la base di numerosi problemi di lettura, di scrittura e di apprendimento in genere. La capacità di distinguere le frequenze tra loro influisce sul livello di concentrazione che permette di seguire una lezione o un discorso; se se un bambino non percepisce in modo corretto i suoni provenienti dalla realtà può diventare nervoso, sempre stanco, iperattivo, e di conseguenza non riuscire a concentrasi.

Migliorando l'ascolto si aiuta la memoria e l'attenzione.

Lo scopo di questa educazione uditiva è risvegliare il desiderio di ascoltare, liberando le potenzialità della persona. Dobbiamo mettere i bambini nelle condizioni psicofisiche giuste per poter apprendere a scuola e studiare a casa e solo dopo, se servono, i genitori possono proporre dei percorsi di recupero o sostegno dell'apprendimento, o dei test per diagnosi di DSA o altro. Ogni percorso di sostegno all'apprendimento sarà inutile se il bambino è stanco o non riesce a concentrarsi.

 

Cosa bisogna fare per usare i suoni e la musica secondo il metodo di ALFRED TOMATIS ?

L'esperto in audio-fonologia svolge un test di ascolto, e successivamente da alla persona (di qualsiasi età) un IPOD e delle cuffie particolari, con la trasmissione ossea del suono. Si deve sentire (presso il centro che fa Tomatis o presso la propria abitazione) la musica che ci viene data (diversa per ognuno di noi), per 15 / 20 giorni, per circa 30 minuti al giorno ( o con altri tempi e frequenze giornaliere in base a ciò che l'eperto in audio-fonologia prescrive).
I clicli di ascolto possono o devono essere ripetuti a distanza di qualche settimana.  


Cristina Roccia

psicologa, psicoterapeuta

 

 

 


Bambini a scuola di resilienza per resistere alle situazioni avverse della vita 


29 settembre 2016

bambina25
Presso l' Università Cattolica di Milano è stato istituito un corso per insegnare ai bambini la resilienza, quello che una volta veniva chiamata FORZA D'ANIMO. 
Si tratta della capacità personale e soggettiva di resistere alle situazioni avverse e difficili che nella vita si possono presentare, capacità che si può sviluppare soprattutto da bambini perchè proprio in questo periodo di vita si mettono le fondamenta della personalità dell'adulto. L'Università Cattolica ha dedicato addirittura un'Unità di ricerca , con psicologi e ricercatori che vengono spesso chiamati sul campo ad aiutare a superare traumi di ogni tipo. In questo periodo storico, con l'ISIS e i numerosi ed imprevedibii attentati terroristici che stanno avvenendo in europa, più che mai diventa importante sviluppare resilienza nella popolazione, ed occorre proprio inziare dai bambini per costruire una società che in futuro sappia reagire in modo costruttivo e positivo alle situazioni traumatiche. 

Si possono avere maggiori informazioni sulla psicologia della resilienza guardano il sito dell'Università Cattolica


Presso la stessa Università sono attivi da tempo corsi di laurea e centri di ricerca sulla  Psicologia del Trauma

Questo Dipartimento di Psicologia raccoglie ricercatori studiosi e professionisti che realizzano studi e attività formative sugli aspetti psicologici connessi ad eventi e a situazioni traumatiche, al PTSD,  alle conseguenze psicologiche dei traumi,  con l'obiettivo di promuovere la ricerca, diffondere conoscenze aggiornate e stabilire collegamenti con società scientifiche. Accanto a tali temi,  anche la condizione traumatica  in  gravidanza e nelle reazioni post-partum, è oggetto di studio da più di un decennio. 

Coordinatore : Paola Di Blasio (Professore ordinario in Psicologia dello Sviluppo e in Psicologia delle Relazioni Traumatiche)

psicologo Moncalieri, psicologo Bra, psicologa infantile, psicologia infantile, cura traumi, Tomatis, musica Tomatis, Alfred Tomatis, terapia tomatis, suoni tomatis