HomeChi siamoDove siamoPrendere Appuntamento
Aree Tematiche
FAQ - Domande e Risposte
Cosa facciamo

terapia di coppia




Terapia di coppia



Presso Synergia Centro Trauma la terapia di coppia viene fatta a Moncalieri ( Torino ) dalla dr. Sara Filippi, psicologa, psicoterapeuta. Il costo varia da 90 a 130 euro in base alle singole situazioni individuali 


Che cosa è e come funziona una psicoterapia di coppia ?

La terapia di coppia offre uno spazio di incontro e confronto tra due partner che sentono che la loro unione è in crisi, per le incomprensioni e/o i conflitti che l'attraversano e che non riescono più a risolvere da soli.

Molte coppie in difficoltà , per tentare di salvare la loro relazione, vorrebbero intraprendere una terapia di coppia ma non sanno bene in cosa essa  consista e quale  impegno  possa richiedere.


Come lavora il terapeuta di coppia?

Il terapeuta di coppia si occupa della coppia e delle sue dinamiche specifiche,  non della famiglia in senso lato (che comprende figli e familiari vari) né delle   due persone prese singolarmente.

Il terapeuta di coppia cerca di mettere a fuoco i tratti specifici di quella specifica  relazione, nei suoi aspetti positivi e negativi, per arrivare a  ipotizzare, con il contributo di entrambi i partner,  strategie di comunicazione e comportamenti più funzionali alla vita della coppia.  Lo scopo di questo particolare tipo di  terapia è quello di aiutare le due persone a leggere e a riconoscere il proprio rispettivo stile di relazione, nonché quello caratteristico della coppia, per capire quali sono i fattori  che producono difficoltà  e  innescano delle crisi e fornire indicazioni per il raggiungimento di  un nuovo più soddisfacente equilibrio.



Come si svolgono concretamente gli  incontri di psicoterapia di coppia?

Entrambi i partners alla presenza del terapeuta  esprimono  liberamente i loro pensieri e i loro sentimenti, giovandosi anche delle domande che il terapeuta  pone  a entrambi, e mettendo a fuoco, grazie al  confronto con  lui e tra di loro, e alla capacità del terapeuta di tirare via via le fila del discorso, i dilemmi e gli interrogativi più importanti, a cui occorre dare risposta nella situazione attuale di coppia.
 
 

Come nascono le difficoltà in una vita di coppia?


Nella vita a due è irrealistico aspettarsi:

che l'altro  ci capisca sempre e accetti sempre di buon grado quel che noi vogliamo che l'altro venga incontro ai nostri desideri nei tempi e nei modi stabiliti da noi che non si debbano  maturare  delle rinunce, sulla base di una conoscenza più profonda delle rispettive complessità.

Se entrambi   riescono  a ridimensionare, senza stravolgerle,  le proprie  aspettative, che inizialmente non possono tenere  pienamente conto delle caratteristiche e delle esigenze dell'altro, può iniziare una fase nella quale lo spontaneo affiatamento dell'inizio è destinato a integrarsi in  una relazione affettiva stabile,  basata anche sulla stima e sulla  condivisione di obiettivi e stili di vita.

Anche  una coppia solida e di lunga durata tuttavia non può esimersi dal vivere: 

i cambiamenti che il passare del tempo inevitabilmente produce in ciascuno dei due e  che può provocare una difficoltà a capirsi che prima non c' era;
vicende  ed eventi complessi e/o dolorosi  che possono modificare le persone, e la loro relazione,  incidendo significativamente  su uno o su  entrambi i partners. E producendo squilibri, disaffezione, prese di distanza reciproche. Non sempre è facile o possibile porre riparo a  certe crisi.



Esistono coppie felici, che non hanno mai conosciuto una crisi?

Ci sono  coppie che appaiono più serene e soddisfatte. Ma anch'esse hanno sicuramente attraversato momenti difficili, fasi di incomprensione,  di conflitto più o meno acceso.  Semplicemente, li hanno affrontati e hanno trovato dei modi per superarli e rimanere insieme, non solo formalmente.



Esistono delle qualità che aiutano a mantenere unite due persone?

La prima è quella  di conoscere a fondo noi stessi, i nostri più importanti bisogni e desideri, e di riuscire a presentarli all'altro con chiarezza e a farli  rispettare.
La seconda è quella di essere davvero interessati a conoscere l'altro, i suoi bisogni e desideri ,e di essere disposti a rispettarli.
La terza è quella di sapere comunicare in modo franco ma evitando di essere distruttivi.
La quarta è quella di riconoscere le difficoltà per quello che sono, senza far finta di non vederle.

La terapia di coppia è volta a potenziarle in entrambi i partner grazie alla presenza e alla partecipazione di un terapeuta, che possiede gli strumenti teorici e tecnici nonché l'esperienza necessaria per individuare insieme a loro le strategie migliori per affrontare i motivi di scontento e di delusione reciproca, oppure, nei casi estremi, per permettergli di arrivare  a separarsi senza odio, quando restare insieme risulta assolutamente impossibile.




Psicoterapia di coppia e mediazione familiare sono la stessa cosa?

No, sono cose diverse: la mediazione familiare ha lo specifico obiettivo di aiutare la coppia a porre le basi per  un accordo, che dovrà essere formalizzato sul piano giuridico, relativamente agli aspetti pratici della vita di ciascuno dei due,  e della cura e  mantenimento dei figli, ed è utile  soprattutto quando la coppia è in fase di separazione. In alcuni casi infatti  la separazione può essere riconosciuta come il male minore.

La terapia di coppia prevede anche di soffermarsi, se necessario, su aspetti di mediazione, ma, nella misura del possibile,  è volta a permettere alla coppia di recuperare l'equilibrio perduto, lavorando sui  modi di ognuno dei due partners  di vedere sé stesso e l'altro, di considerare il proprio e l'altrui benessere.


Quale percorso prevede la psicoterapia di coppia?

Lo psicoterapeuta prende le mosse dalla storia della coppia,  senza trascurare quella dei singoli soggetti, per individuare i fattori  che hanno creato la crisi o le difficoltà di comunicazione. La valutazione iniziale  permette di tracciare un percorso possibile , con l'individuazione della prevedibile durata del trattamento e del ritmo da dare alle sedute. Durante la terapia vengono discusse in modo approfondito tutte le tematiche presentate da uno dei due o da entrambi, da quelle sessuali a quelle relative al rapporto con i figli, le famiglie di origine, il lavoro eccetera.



Si può svolgere una psicoterapia di coppia se solo uno dei due partners la vuole?

No, in questo caso bisogna rinunciare e pensare  eventualmente a una psicoterapia individuale. Il lavoro di coppia si può fare solo se entrambi i partners sono motivati a svolgere una riflessione  su se stessi e sulla propria relazione. A volte può servire svolgere qualche incontro iniziale di coppia e verificare se il soggetto inizialmente  meno motivato ha modificato  il proprio orientamento.



In quanto tempo si producono cambiamenti positivi in una psicoterapia di coppia?

Una psicoterapia di coppia che funziona, quando entrambi i partners sono motivati e collaborano con il terapeuta, produce effetti già nel primo mese di lavoro: i due partners si sentono più sereni, riprendono a dialogare e a confrontarsi. Ciò è possibile solo a patto che nasca e si consolidi  un'alleanza terapeutica positiva e rispettosa tra i soggetti e il terapeuta.



Quale impegno e costo comporta una psicoterapia di coppia e come prendere un appuntamento?

Le sedute possono essere settimanali o quindicinali, a seconda delle situazioni e del grado di conflittualità; la durata di ogni seduta è generalmente di un'ora e mezza, quindi è più lunga di una seduta individuale.

Il costo richiesto dai terapeuti di Synergia per una seduta di un'ora e mezza varia da 90 a 130 euro. Chiamare Synergia Centro Trauma per prendere un appuntamento al 335 67.65.376 o  331 50.49.340









terapia coppia, psicoterapia coppia, terapia famigliare, sostegno alla coppia, mediazione famigliare, aiuto alla famiglia